il parodonto

Il parodonto o "apparato di attacco del dente",
è l'insieme delle strutture che ancorano il dente all'osso


Il parodonto è formato da:

- gengiva;
- osso alveolare proprio;
- legamento parodontale;
- cemento radicolare.


Gengiva
È la componente superficiale del parodonto che avvolge e protegge le strutture parodontali profonde ed è in contatto diretto con la cavità orale, con i fluidi orali e i cibi. Ha un andamento festonato ad archi regolari che ricoprono ritmicamente i colletti dentari. Dove incontra il dente si introflette in una piega detta "solco gengivale" che normalmente ha una profondità di 1-3 mm.
Al di sotto del solco gengivale la gengiva si attacca al dente per mezzo di speciali cellule adesive chiamate "epitelio giunzionale", creando un sigillo che isola il corpo dall'ambiente orale, chiamato anche "giunzione dento-gengivale". Una gengiva sana ha un colore rosa-corallo, è saldamente ancorata all'osso e al dente ed è sufficientemente robusta da resistere ai microtraumi derivati dalla masticazione dei cibi duri. In stato di salute, le gengive sono disseminate da migliaia di piccole depressioni che conferiscono il tipico aspetto a buccia d'arancia. Una gengiva sana non sanguina durante il corretto spazzolamento dentario e non fa male.

Osso alveolare
È la struttura ossea che sostiene meccanicamente i denti le cui radici sono inserite in cavità dette "alveoli dentari".
Nei casi di parodontite avanzata può essere distrutto completamente con conseguente perdita dei denti.

Legamento parodontale
È la struttura che collega il dente all'osso attraverso fasci di tessuto connettivo. È come una molla ammortizzatrice che funge anche da collegamento tra dente e osso e tra dente e gengiva. I batteri della placca producono delle tossine che possono disgregare le fibre del legamento parodontale staccandolo sia dal dente che dall'osso.

Cemento radicolare
È lo speciale tessuto di rivestimento della radice del dente simile all'osso ma più ricco di minerali, che permette l'attacco del legamento parodontale sulla radice del dente. È una componente fondamentale del sistema di attacco del dente. Eliminarla, comporta la perdita di attacco del dente alla sua sede ossea.