gengivite

Malattia gengivale indotta dalla placca
La gengivite è un’infiammazione dei tessuti gengivali causata da microorganismi della placca che iniziano a colonizzare il solco gengivale. Non colpisce l’apparato di attacco connettivale del dente. Questo rimane integro malgrado i tessuti gengivali siano infiammati. La patologia è reversibile se curata ma se sottovalutata può addirittura progredire in parodontite.


Fattori di rischio

- gravidanza
- pubertà
- uso di contraccettivi orali
- menopausa
Segni clinici

Il colore, che nella gengiva sana è rosa-corallo, nella gengivite vira al rosso più o meno acceso fino ad arrivare ad assumere tonalità violacee. Le gengive appaiono gonfie, con formazione di pseudotasche. A volte, appaiono tumefatte, edematose e perdono la normale anatomia festonata ad archi ritmici.
La loro consistenza diventa soffice e molle. Molto spesso è presente un sanguinamento gengivale provocato dallo spazzolamento dei denti che il paziente esegue sempre con tecnica scorretta. Spesso si evidenziano notevoli accumuli di placca batterica a livello del solco gengivale e della superficie dei denti.


Sintomi

I sintomi sono scarsi - l'unico è il dolore alle gengive -, per cui il paziente spesso non si accorge di avere la gengivite. Questo può portare alla diagnosi tardiva, quando la malattia si è già trasformata in parodontite, con conseguenze più gravi per la salute della bocca e di tutto l'organismo.
Il dolore spontaneo è molto raro, più spesso il dolore è provocato sia dallo spazzolamento dei denti sia dalla masticazione di cibi duri.


Diagnosi

Con il sondaggio parodontale completo di entrambe le arcate dentarie, attraverso l’uso di sottili sonde millimetrate, valutiamo la profondità del solco gengivale che nei soggetti sani varia da 1 a 3 mm. In caso di gengivite le gengive gonfie possono portare a sondaggi superiori alla norma, per esempio di di 4-5 mm (pseudotasche).

Nella maggior parte dei casi, con la visita parodontale siamo in grado di fare una diagnosi certa di gengivite escludendo il coinvolgimento del parodonto profondo. Se invece abbiamo dei dubbi, completiamo la visita con delle radiografie endorali di tutta la bocca per poter analizzare l’eventuale interessamento iniziale dei tessuti parodontali profondi.


Cura

La cura della gengivite indotta da placca si basa fondamentalmente su una accurata rimozione della placca batterica dai tessuti gengivali del paziente attraverso una serie di sedute di igiene orale professionale e l'insegnamento di misure di igiene orale domiciliare.