protesi fissa

Protesi dentale fissa su denti naturali.

È un dispositivo non rimovibile, cementato a denti naturali.

Le protesi fisse si distinguono in:

Corone
Rivestono o ricoprono uno o più denti, in tutto o in parte, rimanendo indipendenti le une dalle altre.

Ponti
Ricoprono alcuni elementi dentari e sostituiscono altri mancanti. Per fissarli, si usano i denti naturali preparati ad arte chiamati "pilastri protesici" o "monconi protesici naturali".

La protesi fissa:
- sostituisce denti mancanti;
- fissa tra loro i denti che hanno perso supporto osseo;
- ricrea un'occlusione fisiologica;
- protegge i denti con gravi compromissioni strutturali;
- migliora l'aspetto estetico di denti con problemi nel colore.

La qualità della nostra protesi fissa


La protesi assicura l’assoluto comfort al paziente
Che non solo deve parlare e mangiare in modo naturale ma deve anche avere un miglioramento estetico.
 
Per garantire tutto questo, si utilizzano solo le protesi progettate dal dott. Bedendo con estrema precisione e rigore scientifico che rendono tutta la naturalezza dell'originale.

Le protesi fisse così progettate:
- servono alla masticazione permettendo una ottimale triturazione dei cibi e di conseguenza la digestione e l'assimilazione dei principi nutritivi;
- si integrano perfettamente nel sistema neuromuscolare, grazie al perfetto bilanciamento dell'occlusione, cioè a come i denti superiori e inferiori combaciano nella masticazione;
- garantiscono una corretta fonazione, anche delle consonanti F ed S, difficili da pronunciare quando la protesi è scadente;
- la loro estetica è uno dei nostri fiori all’occhiello: le costruiamo con cura, mantenendo anche le piccole irregolarità di un dente autentico. È un lavoro artistico apprezzato dai nostri str pazienti.


Come costruiamo una protesi fissa

Partiamo da una diagnosi e da un piano di trattamento. Si seguono i protocolli scientifici attenti alle innovazioni ma senza perdere di vista la tradizione portatrice di preziosa esperienza.


Preparazione dei pilastri protesici
Si esegue a mano perciò serve un’esperienza approfondita. Si tratta di una vera e propria operazione chirurgica eseguita sui tessuti dentari con frese diamantate montate su una turbina ad aria. Consiste nella rimozione controllata dei tessuti del dente: smalto e dentina. Un errore pur piccolo, comprometterebbe la forma del pilastro e di conseguenza la sua valenza meccanica.
 
In questa delicata fase, la tecnologia conta poco. Quello che fa la differenza è la mano del dentista.
 
Nessun microscopio o altro strumento possono venire in soccorso di una manualità infelice: ogni errore è irrimediabile perché rende il pilastro inadatto alla sua funzione.
 
La  conicità del pilastro, ad esempio, deve essere minima altrimenti si verifica una perdita di ritenzione, cioè una perdita di stabilità.
Un altro fattore molto importante nelle preparazioni multiple è l'assoluto parallelismo degli assi verticali dei pilastri protesici.
 
Qui sotto si può vedere un modello in resina epossidica di una serie di preparazioni multiple di pilastri protesici da me eseguite su una arcata dentaria completa in un caso complesso protesico parodontale. 
È un modello di lavoro definitivo tipo Giroform (modello master) in resina epossidica ricavato da una impronta di precisione in polietere.
 
Ed ecco i parametri che rendono efficace il lavoro che si conclude con la realizzazione della protesi fissa definitiva in oro-cermica.
 
- qualità del modello e sua rifinitura;
- precisione nella preparazione dei pilastri protesici;
- arrotondamento accurato delle superfici dei pilastri;
- corretto grado di conicità dei pilastri;
- corretta esecuzione degli smussi delle cuspidi di centrica;
- corretta preparazione dei piani occlusali dei pilastri;
- corretta esecuzione delle concavità palatine degli incisivi e dei canini;
- preciso parallelismo dei pilastri tra di loro.



Esecuzione clinica delle preparazioni dentali: Dott. Attilio Bedendo
Creazione del modello di lavoro: Odontotecnico Sig. Roberto Bonfiglioli



Impronte definitive

Una volta prese le impronte, in modo indolore, le inviamo in laboratorio con la
  registrazione dei movimenti della mandibola e dei rapporti tra mandibola e mascellare superiore,

in modo da costruire una protesi con una masticazione identica o migliore di quella esistente. In laboratorio le impronte sono colate in gesso o resina epossidica. Se la colatura in gesso di un'impronta fosse eseguita male o le proporzioni nell'impasto tra gesso e acqua non fossero corrette, il modello master non si adatterebbe alla reale situazione nella bocca. Nel nostro metodo, il modello master viene rifinito a regola d’arte con una delicata operazione chiamata ditching o solcatura. 

Esempio di impronta dell'arcata superiore con ottima definizione dei dettagli e relativo modello di lavoro.

Il modello di lavoro a destra è una replica perfetta dei denti che sono nella bocca del paziente. Solo lavorando in questo modo si garantisce la qualità della protesi definitiva.

 

La protesi fissa costruita dal nostro laboratorio odontotecnico, viene consegnata allo studio per le successive prove e controlli allo scopo di ottimizzare l’adattamento sui pilastri di sostegno.
La cura negli adattamenti delle protesi è rappresentativo del nostro modo di operare e conferisce al lavoro la qualità per cui lo studio è divenuto noto.
 

Prima e dopo la nostra terapia
Voglio ora illustrarvi brevemente il risultato di un trattamento complesso protesico-parodontale in una mia paziente con problemi di piorrea e portatrice di vecchie protesi fisse. 
Le richieste della paziente erano chiare: voleva un lavoro protesico di alta qualità, voleva estetica sia gengivale che dentale e funzionalità: una bella sfida!
Il caso è stato risolto con ripristino completo della salute delle gengive.
Dal punto di vista protesico, la paziente è stata completamente riabilitata con protesi fisse in oro-ceramica.
Nella foto di destra si vede come la nuova dentatura sia assolutamente naturale. I nuovi elementi dentari si integrano, dal punto di vista biologico, in modo perfetto alle gengive in precedenza curate e risanate.
Per ottenere tali risultati serve un metodo di lavoro rigoroso, abilità personali sia nostre che dei nostri odontotecnici e materiali adeguati.
Ho imposto da sempre a me stesso e alla mia équipe un metodo di lavoro rigoroso in cui sono sotto controllo i fattori critici: diagnosi, piano di trattamento, perfetta esecuzione della preparazione dei denti, presa delle impronte, prove e accurati adattamenti delle protesi, materiali utilizzati.
Un lavoro che ci impegna quotidianamente e dove la salute e la soddisfazione dei nostri pazienti è sempre al primo posto.
La qualità dei miei lavori è l'obiettivo che cerco di conquistare ogni giorno, pazientemente e a volte con grandi sacrifici, ma lavorare bene e soddisfare il paziente è per me e il mio team l’unica cosa che conta.