tecniche esecutive
in studio

Prima cosa da fare: i pilastri protesici.

La preparazione avviene con speciali frese diamantate e richiede conoscenza, esperienza e raffinata manualità. È un vero atto creativo, che determina il successo della protesi.

Facciamo sia preparazioni dei pilastri protesici a finire con pareti del pilastro completamente verticali sia preparazioni ‘a spalla’ o ‘chamfer’ con un angolo di finitura orizzontale, soprattutto nei denti anteriori dove c’è una maggior esigenza estetica. La preparazione deve seguire un preciso protocollo clinico suddiviso in fasi, dalla sgrossatura fino alla lucidatura finale.

Protocollo dello Studio per la protesi dentale fissa


Prevede:

- preparazione dei pilastri protesici con tecnica di preparazione a finire o a spalla;
- esecuzione dell'impronta dei pilastri;
- ripristino temporaneo della dentatura con protesi provvisorie costruite
e bilanciate in bocca;
- adattamento delle strutture protesiche metalliche ai monconi durante
la "prova delle fusioni";
- bilanciamento dell'occlusione delle protesi durante una seconda prova con ceramica al grezzo chiamata "prova biscotto";
- cementazione definitiva usando cementi compatibili con i materiali della protesi e ulteriore rifinitura dei contatti occlusali.